SaltyLama
Passa al contenuto

SPEDIZIONE GRATUITA | Garanzia di rimborso al 100%

Natura spaventosa: film eco-horror per farti urlare questo Halloween

Scary Nature: Eco-Horror Movies to Make you Scream this Halloween

 
Le piattaforme di ghiaccio cadono come tessere del domino preistoriche nell'oceano. Ondate di calore che arrostiscono i record climatici. Il livello del mare sta salendo. Tempeste che si infrangono. Microplastiche che incorporano gli oceani, le sue specie e persino i nostri corpi. Rispetto a tutto questo, un anziano armato di coltello con una maschera di William Shatner degli anni '70 è davvero così spaventoso? Tuttavia, Michael Myers torna di nuovo con l'ultimo sequel slasher Halloween Ends — insieme a una legione di ghoul, demoni, fantasmi, slasher, mutanti e bambini raccapriccianti, tutti destinati a un numero qualsiasi di maratone cinematografiche durante questo stagione spettrale.

Se sei in vena di terrori un po' meno soprannaturali, prova a provare uno dei tanti thriller a tema ecologico là fuori in cui la natura si scaglia contro gli esseri umani e il nostro inquinamento, i pesticidi e la corruzione aziendale.

Alcuni ti faranno urlare. Alcuni ti faranno ridere (involontariamente). E forse uno o due ti faranno ricordare di riciclare o rischiare l'ira del pianeta.

Animali arrabbiati

The Birds (1963): Il thriller di Alfred Hitchcock fa la cronaca di una serie di attacchi inspiegabili, casuali e sanguinosi da parte di uccelli agli abitanti di un'idilliaca comunità californiana. Per gli standard moderni, il film è una striscia per il primo terzo, ma il crescente senso di terrore - e gli stessi attacchi - rimangono effettivamente strazianti. Ad aumentare il mistero e il disagio c'è il fatto che, nonostante la speculazione che i vendicatori alati si stiano scagliando contro la crudeltà dell'umanità, il film si rifiuta di spiegare una ragione per il comportamento da cervello di uccello, lasciando al pubblico il compito di immaginare il perché.

Il giorno degli animali (1977): Lo slogan di questo thriller lo riassume: "Per secoli sono stati cacciati per taglie, divertimento e cibo... Ora tocca a loro!" A differenza di The Birds, questo film - uno dei tanti sulla vendetta degli animali sulla scia del mostruoso successo di Lo squalo - offre una spiegazione pseudo-scientifica ed ecologica per i suoi eventi. Con lo strato di ozono ridotto a causa degli aerosol di CFC, i raggi UV hanno trasformato gli animali al di sopra di una certa altitudine in aggressori assetati di sangue. Indica gli escursionisti, che sono terrorizzati da tutto, dai serpenti a sonagli ai leoni di montagna ai falchi in picchiata.

Kingdom of the Spiders (1977): Un'altra voce nel sottogenere "la vendetta della natura" degli anni '70, questa volta una cittadina rurale dell'Arizona è devastata dalle tarantole. Apparentemente poiché i pesticidi hanno ucciso le loro scorte di cibo, i ragni si sono ammassati per cacciare prede più grandi, compresi gli umani. William Shatner — tra la serie Star Trek e i film successivi — interpreta il veterinario che scopre la trama dell'aracnide. Se la vista di Shatner brulicante di ragni non è abbastanza agghiacciante, puoi anche dare un'occhiata a Arachnophobia degli anni '90, su una piccola città simile minacciata da wall crawler, anche se senza l'esplicita motivazione a tema ecologico.

Piante più arrabbiate

The Happening (2008): La vita vegetale del mondo decide di spazzare via l'umanità, rilasciando una neurotossina nell'aria che induce le persone a uccidersi. Poiché è impossibile visualizzare le neurotossine, gran parte del film viene trascorso guardando il cast - guidato da Mark Wahlberg e Zooey Deschanel - evitare timorosamente la brezza. Alcune delle morti sono soddisfacentemente raccapriccianti, ma per il resto è difficile non ridacchiare. Il nostro consiglio? Entra sapendo che è un brutto film e sarai sorprendentemente divertito.

The Ruins (2008): Vai a calpestare ambienti a cui non appartieni e potresti finire con le spalle al muro e consumato da viti memorabilmente assassine. Tale è il destino di un gruppo di vacanzieri autorizzati che decidono di visitare un tempio appartato nelle profondità della giungla messicana solo per rendersi conto troppo tardi di essersi prenotati per un viaggio di sola andata.

Tempo rigido

The Day After Tomorrow (2004): Mentre le star di altri film catastrofici superano le palle di fuoco vulcaniche e le onde torrenziali, gli eroi di questo thriller sui cambiamenti climatici sono sempre un passo avanti rispetto a... il freddo? Sciocco come correre più veloce di una brezza pomeridiana, ma almeno è realizzato in modo più efficace grazie alla sincera magniloquenza del regista Roland Emmerich, che ha messo fine al mondo qualche anno prima nel Independence Day del 1996. Puoi perdonarlo per aver essenzialmente fatto le valigie un secolo di cambiamenti climatici in pochi giorni. Dopotutto, nessuno vuole assistere a un film che ha il ritmo di un ghiacciaio.

Inquinamento

The Bay (2012): Barry Levinson (Rain Man) ha diretto questo thriller eco-horror di filmati trovati su una piccola città del Maryland minacciata da un'epidemia di crostacei parassiti conosciuti come isopodi. Il colpevole? Un allevamento di polli che ha scaricato nell'acqua escrementi di pollo e altri veleni.

Godzilla vs. the Smog Monster (1971): Se vuoi davvero combattere una creatura che si nutre di inquinamento tossico, chi meglio di Godzilla, lui stesso un prodotto dell'era atomica e del suo nucleare radiazione? Qui, il titano avversario è Hedorah, un mostro kaiju che prende il nome da Hedoro, che dal giapponese significa melma o melma. (Per ogni evenienza, anche dopo aver letto il titolo del film, non eri sicuro di quale sia il suo accordo.) 

The Host (2006): Un altro corso d'acqua inquinato, un altro mutante furioso. Questa volta è la Corea del Sud nelle grinfie di una mostruosità creata dall'uomo emersa dal fiume coreano Han. Esilarante a volte, ma anche effettivamente terrificante, questo successo eco-horror è stato diretto da Bong Joon-ho, che avrebbe poi realizzato il thriller satirico vincitore dell'Oscar Parasite.

Scienziati impiccioni

Mimic (1997): Per sradicare una malattia mortale diffusa dagli scarafaggi, gli scienziati guidati da Mira Sorvino ingegnerizzano geneticamente uno scarafaggio per spazzare via la sua stessa specie. Ma sai cosa succede sempre ogni volta che l'umanità manomette la natura: la cura è altrettanto grave, o peggiore, della malattia stessa. In questo caso? Insetti a misura d'uomo con rancore. Mimic è meglio ricordato come uno dei primi lavori del maestro dell'horror Guillermo del Toro.

Soylent Green (1973): In un tetro futuro senza risorse, devastato dal cambiamento climatico, dall'inquinamento e dalla sovrappopolazione, un detective (Charlton Heston) scopre la sconvolgente verità su "Soylent Green” — un sostituto alimentare trasformato creato per compensare la carenza di cibo globale. Qualche idea su cosa sia il Soylent Green?

.

Garanzia di rimborso al 100%.

Non sei soddisfatto al 100%? Ottieni un rimborso completo, senza fare domande.

Pianeta prima del profitto

Ci impegniamo ad avere un impatto reale sul nostro pianeta.

Spedizione gratuita

Spediamo gratuitamente negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Europa.